È una coincidenza oppure no?

Le coincidenze sono il modo di Dio per rimanere anonimo. Albert Einstein

Le coincidenze sono spesso fatti casuali. Nella metodologia storica, viene messo in evidenza come delle coincidenze strane ci sono sempre state nel corso della storia e sempre ci saranno. Siamo noi spesso a collegare degli eventi che non hanno nessun nesso logico.

La teoria matematica dei numeri davvero grandi mette in evidenza come, in presenza di una quantità enorme di dati, certe coincidenze appaiano inevitabili. La diffusione di Internet e la vita sempre più connessa di ognuno di noi sembra accelerare questa tendenza.

Secondo alcuni scienziati, le reti sociali e l’interconnessione tecnologica permanente degli esseri umani determinano l’emergenza di un’intelligenza collettiva. In qualche modo, è come se ognuno di noi fosse una cellula di un medesimo organismo chiamato “società”: il livello di coordinazione di pensieri ed azioni cresce costantemente nel tempo, anche se non ne siamo sempre consapevoli.

L’emergere dell’intelligenza artificiale contribuisce a questo trend, poiché questa tecnologia trova delle correlazioni inaspettate tra fatti apparentemente privi di correlazione, e contribuisce a plasmare ogni giorno le nostre azioni, in virtù dei contenuti che consultiamo sul web e dei processi lavorativi e della vita quotidiana che l’intelligenza artificiale stessa contribuisce ad organizzare.

Le coincidenze sono quindi casuali o dovute al grande numero di interazioni, oppure non sono affatto casuali, perché sono determinate dall’emergere di un’intelligenza collettiva, umana e artificiale allo stesso tempo.

Alessio Del Zotto © 2018